Biografia

Gabriele Agostini

Nato a Roma, interrompe gli studi universitari per frequentare corsi e scuole di grafica pubblicitaria. Nel 1997, dopo anni di attività fotografica, è tra i fondatori del Centro Sperimentale di Fotografia Adams. Docente presso lo stesso del Corso Avanzato e del Corso di Street Photography, insegna nei master di moda e pubblicità. Oltre ad essere ideatore e Direttore Artistico della manifestazione culturale “CascinafarsettiArt – fotografia e non solo”, dal 1017 diventata kromArt  ha al suo attivo numerose curatele di mostre fotografiche ed eventi artistici. Curatore italiano nel maggio 2015 di “Czech fundamental”, prima mostra sulla fotografia artistica Ceca mai presentata a Roma e in Italia. Attualmente sta curando presso il Museo In Trastevere di Roma la mostra fotografica “77’ – una storia di quarant’anni fa nei lavori di Tano D’Amico e Pablo Echuarren” ed è curatore italiano della mostra fotografica internazionale “990 Faces” di Hans Christian Raabe. Autore di testi e ricerche, è curatore di alcuni autori tra cui: Gaia Adducchio, Eliska Barteck, Luisa Briganti, Jean Marc Caimi, Patrizio Cocco, Linda De Nobili, Nour Shems Melehi, Benedetta Montini, Marika Saonari, Paola Serino e tanti ancora.
Il progetto fotografico “Terra, luce, carne” dei due autori Gabriele Agostini e Marco Di Meo è stato esposto nell’ottobre del 2016 in occasione della prima Biennale di Arte Contemporanea di Perugia e ad aprile nella decima edizione di Praguefoto

—–

Gabriele Agostini

Born in Rome, he interrupts his university studies to attend classes and schools of graphic designs. In 1997, after years of photographic activities, he is among the founders of the Centro Sperimentale di Fotografia Adams, where he teaches in the “Advanced Class” and “Street Photography” course, while lecturing also in the master classes of advertisements and fashion design.

He is the project creator and artistic director of the cultural exhibition “CascinafarsettiArt – photography and more” now kromart and has to his credits many curatorship of photographic shows and events.

In May 2015, he has been the Italian curator of “Czech Fundamental”, the first exhibition of Czech artistic photography in Rome and Italy. Right now, he is curating two main exhibitions at the Museo In Trastevere di Roma: the photographic show “77’ – a story of forty years ago in the works of Tano D’Amico and Pablo Echuarren”, and, as the Italian curator, the international photographic project “990 Faces” by Hans Christian Raabe.

Author of many texts and researches, he is also the curator of authors such as Gaia Adducchio, Eliska Barteck, Luisa Briganti, Jean Marc Caimi, Patrizio Cocco, Linda De Nobili, Nour Shems Melehi, Benedetta Montini, Marika Saonari, Paola Serino and more.

The photographic projects “Terra, luce, carne – Earth, light, flesh” by the two authors Gabriele Agostini and Marco Di Meo has been exposed in October 2016 during the first Biennale di Arte Contemporanea in Perugia, Italy, and at prague photo 2017 in april